Quanto PAGHI il tuo Logo tanto VALE la tua Azienda – Articolo per Clienti

Quanto PAGHI il tuo Logo tanto VALE la tua Azienda – Articolo per Clienti

Il prezzo che sei disposto a pagare per progettare il Logo della tua Azienda sintetizza, in maniera molto semplice ed efficace, il valore che le dai.

 

In che modo il PREZZO che riesci a sostenere per il tuo Logo è equiparabile al VALORE che dai alla tua Azienda?

Semplice: perché dai IMPORTANZA alla tua Immagine Aziendale e, quindi, reputi sia fondamentale come essa appaia al target e reputi che questo abbia un’incidenza EFFETTIVA sul tuo fatturato.
In pratica, hai in parte già la vision di una Grande Azienda.

Questo atteggiamento suggerisce che darai VALORE ad altri processi e che ti comporterai con lo stesso atteggiamento, in proporzione al peso che hai dato alla progettazione del Logo.
Sono in molti ad investire solo ed esclusivamente negli unici processi che riguardano il prodotto e si chiedono come mai non riescano a vendere o perché gli altri, che hanno prodotti inferiori, riescano ad essere più avanti; a quel punto danno la colpa e invocano l’unica cosa che può consolarli: si convincono che gli altri sono FORTUNATI. Ma la fortuna è l’alibi dei FALLITI. Quello che manca è il VALORE per l’Impresa tutta.

 

Il logo NON è secondario

Il Logo è l’essenza della tua Impresa, è il coefficiente visivo che più di tutti la rappresenta. Non essere rappresentato nel migliore dei modi, converge nel tuo target, il quale, penserà inconsciamente che curerai i tuoi prodotti in egual modo, anche se in moltissimi casi i prodotti sono di OTTIMO livello.

 

Come cambiare questo NON MODO di pensare?

L’unica cosa che posso dire, è che è importantissimo essere informati sulla materia e cominciare a capire cosa e primario e cosa no. Iniziare a guardare i Loghi delle Aziende importanti ti farà rendere conto del GRANDISSIMO valore che esse hanno e che, di conseguenza, ha la propria immagine. Iniziare evitando di paragonarsi è SBAGLIATISSIMO; anticipa la caduta. Dopo scegliere bene il professionista a cui affidare la PROPRIA VITA e, per quel che si può, fare qualche sacrificio in base alle possibilità. E CREDERCI, crederci e basta.

 

In conclusione

Spero che questo Articolo ti sia stato utile e che ti abbia aiutato nel comprendere quanto occorra avere una DARE IMPORTANZA al Logo.

Come ha detto Marian Bantjes:
“Ho scoperto che per me, senza alcuna eccezione, più tratto un progetto come qualcosa di mio, come qualcosa di personale, più quel progetto funziona.”

 

A questo punto, se senti l’esigenza di dare una scossa alla tua Azienda, contattatami e sarò ben lieto di offrirti una consulenza GRATUITA, per valutare un’opportunità di lavoro insieme.

I libri che consiglio SEMPRE ai miei Clienti – Articolo per Clienti

I libri che consiglio SEMPRE ai miei Clienti – Articolo per Clienti

Ho l’abitudine, senza presunzione (giusto un po’ dai), di dare molti consigli ai miei Clienti che esulano da quello che è il mio lavoro (o quasi), di modo che possano capire e apprezzare, da un punto di vista più specifico, il percorso che facciamo assieme. Noi professionisti spesso facciamo i fornitori (o il service) e, invece, dovremmo essere più presenti in tutti i processi dell’Azienda ed essere più realmente CONSULENTI.

 

I tre libri che consiglio

Tra quello che consiglio, sicuramente una delle cose più importanti è LEGGERE e, solitamente, i libri che consiglio per iniziare a conoscere il mio modo di pensare e di fare sono 3. E che LIBRI!

 

1

 

LA MUCCA VIOLA di Seth Godin

Questo è un Libro che, CHIUNQUE abbia una propria Azienda (o una propria Attività), dovrebbe leggere. Scritto da uno dei più importanti personaggi mondiali del Marketing, Seth Godin, questo testo insegna come distinguersi e come essere UNICI, l’importanza del farlo e il perché essere una MUCCA VIOLA.
Lo consiglio come prima lettura, perché è un testo veramente leggero e scorrevole, nonostante la sua importanza e complessità. Io, personalmente, l’ho letto in 48h ed è rimasto uno dei miei libri preferiti.

 

2

 

LE 22 IMMUTABILI LEGGI DEL MARKETING di Al Ries & Jack Trout

Altro pilastro FONDAMENTALE nella biblioteca di qualsiasi Imprenditore / Libero Professionista / Freelance.  Scritto da due personaggi non inferiori a Seth Godin, ANZI. Libro che nonostante gli anni non invecchia mai, ogni tanto vado sempre a rileggerlo e non mi delude mai. Anch’esso godibile e leggibile in poco tempo, lo consiglio come secondo testo, perché ha già qualche spunto più complesso, ma facilmente assimilabile.

Del resto queste leggi sono IMMUTABILI e, se non le conoscete, è a vostro rischio e pericolo!

 

3

 

BRAND IDENTIKIT di Gaetano Grizzanti

Qui mi limiterò a citare il retrocopertina del libro stesso perché io lo spiegherei esattamente così:

“BRAND IDENTIKIT è un vandemecum culturale, tecnico e al tempo stesso pedagogico sull’Identità di Marca e d’Impresa, che mette a disposizione del lettore tutto l’occorrente per capire cos’è il Branding, cosa si intende per Marca e Marchio e come funziona la Brand Identity.”

Lo inserisco come terzo in lista, perché è il pi complesso dei tre e richiede più tempo per leggerlo, comprenderlo e assimilarlo.

 

In conclusione

Spero che questo Articolo ti sia stato utile e che ti abbia aiutato nel comprendere quanto occorra LEGGERE per ESSERE.

Come disse Daniel Pennac:
“Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso”

 

A questo punto, se senti l’esigenza di dare una scossa alla tua Azienda, contattatami e sarò ben lieto di offrirti una consulenza GRATUITA, per valutare un’opportunità di lavoro insieme.

Il solo Logo NON BASTA – Articolo per Clienti

Il solo Logo NON BASTA – Articolo per Clienti

Le richieste che mi vengono esposte dai Clienti più inesperti sono molteplici, ma una su tutte è: la richiesta del SOLO Logo, senza ausilio della sua Immagine Coordinata e di una Strategia adatta.
Praticamente un FALLIMENTO DICHIARATO.

 

Perché il solo Logo NON BASTA?

Un Logo da solo è DEBOLE, non ha senso di esistere, ha bisogno di un suo ECOSISTEMA. Progettare un Logo senza considerarne le sue declinazioni in termini di codici visuali, testuali e verbali rende molto difficile la differenziazione del Brand, rende molto difficile una memorizzazione da parte del target, rende molto difficile una coerenza strategica e, soprattutto, rende molto difficile un AUMENTO DEL FATTURATO (o almeno, un aumento del fatturato inferiore a quello che potrebbe e dovrebbe essere).

L’Identità di Marca è un qualcosa di complesso, di strutturato e il Logo è solo la punta dell’iceberg. Dietro di essa c’è un valore, c’è uno studio, c’è una mission. L’identità di Marca sinstetizza tutto questo e fa in modo che il target di riferimento lo PERCEPISCA inconsciamente (perché è su di esso che lavoriamo, sull’inconscio, la parte più influente di un essere umano).
Molti confondono e limitano la costruzione di un Brand alla progettazione di un Logo, ma un Brand non è un Logo.

 

Colpa di una cattiva CULTURA DEL LAVORO

Perché i professionisti non AVVERTONO il Cliente? Perché c’è tanta ignoranza e tanta confusione in giro? Perché ancora si pensa che il Logo BASTI?
Di questo ne dovrebbero rispondere, non solo i Clienti male informati sulla Professione, ma anche i Professionisti che non hanno interesse nell’acculturare i Clienti (o peggio, che non sono acculturati loro stessi), perché hanno fini di vendita “qui e subito” e sono poco futuristici nei loro modi. Diffidate, voi che siete AMBIZIOSI, state sprecando i vostri soldi, investiteli in altro piuttosto.

 

A chi affidarsi allora?

Non a Tipografie, non ad Agenzie affamate di Clienti, non a “Grafici” freelance tuttologi, ma a SPECIALIZZATI nella materia. A Professionisti che fanno della Brand Identity il loro FOCUS. A coloro che vi guidano, non solo nello sviluppo della propria area di competenza, ma nell’espansione del Brand, che sanno VERAMENTE cos’è un Brand.

 

In conclusione

Spero che questo Articolo ti sia stato utile e che ti abbia aiutato nel comprendere quanto occorra avere una Brand Identity.
Spero che questo ti aiuti anche nella scelta del Professionista che fa al tuo caso.

Come ha detto Gaetano Grizzanti:
“Il primo prodotto da vendere è la propria Marca.”

 

A questo punto, se senti l’esigenza di dare una scossa alla tua Azienda, contattatami e sarò ben lieto di offrirti una consulenza GRATUITA, per valutare un’opportunità di lavoro insieme.

Quanto dovrebbe costare VERAMENTE un Logo – Articolo per Clienti

Quanto dovrebbe costare VERAMENTE un Logo – Articolo per Clienti

Premetto che questo non è un articolo in cui si consiglia ai Grafici Italiani quanto farsi pagare un Logo, ma è una risorsa per i Clienti di questi ultimi che li aiuta ad orientarsi nella scelta del professionista ideale per la propria Azienda.

 

Quanto dovrebbe costare REALMENTE un Logo per avere un SIGNIFICATIVO impatto sulla tua Azienda?

Questa è una domanda che si espone a tante risposte, ma per essere il più semplice possibile, e dato che mi rivolgo a un pubblico di “non tecnici” della materia, mi limiterò ad essere generico. Non prendete, però, l’aggettivo “generico” come un qualcosa di negativo, perché questo articolo vuole essere costruttivo e dare un piccolo aiuto nel formare una capacità di intuito nella scelta del professionista adatto.

Chiariamo una cosa però: il Logo da solo non basta per influire sull’Azienda e sul proprio fatturato, ma bisogna affiancare una forte Immagine Coordinata dello stesso valore e proseguire con una Strategia adatta.

 

Parliamo di CIFRE allora

È davvero difficile trovare qualcuno che si esponga sul web elencando cifre. Tutti ti diranno che ci sono tanti fattori da considerare per calcolare il prezzo di un servizio del genere, il che è giusto, ma in questo caso non mi sto rivolgendo a professionisti del settore e non mi interessa crearmi un certo tipo di reputazione nel campo; quindi parlerò a te che leggi come se parlassi con un amico a cui dare un sincero consiglio.

NON MENO DI 500 EURO.

 

Perché questa cifra?

Perché, generalizzando, si presume che questa cifra ci indichi il valore di una persona e del suo operato. Inoltre, una richiesta economica inferiore, prevede un quantitativo d’ore dedicate ad esso non sufficiente e, quindi, una riduzione di un processo propedeutico di ricerca e, successivamente, di progettazione che non influenza POSITIVAMENTE sulle possibilità future e sulla programmazione.
È una cifra che io inserivo nei preventivi qualche anno addietro, quando iniziai a capire che le mie prestazioni non si limitavano alla semplice PRESTAZIONE, ma diventavo una figura attiva e interessata all’Azienda, alla sua Comunicazione e a consigliare soluzioni giuste anche in campi che non mi riguardavano.

Ora sono cresciuto e con me anche i miei preventivi, ma se dovessi consigliare da che cifra partire, direi proprio da questa.
Sconsiglierei di investire (hai capito bene, INVESTIRE) meno, perché a quel punto non sarebbe più un investimento, ma sarebbe una SPESA, uno spreco di soldi e un modo per dare soldi a una persona che non è ancora preparata per cambiare e incidere sulla tua Azienda. Questi tipi di professionisti (non ancora formati), che hanno bisogno di lavorare sulla quantità e non sulla qualità, lasciali a chi non ha le tue stesse AMBIZIONI.

 

In conclusione

Spero che questo Articolo ti sia stato utile e che ti abbia aiutato nella scelta del tuo Logo Designer ideale.
Tieni presente, come già detto, che un Logo da solo non può nulla, ma che un Logo giusto può tutto insieme al resto.

Come disse David Airey:
“Chiunque può progettare un logo. Ma non tutti possono progettare il logo giusto.”

 

A questo punto, se senti l’esigenza di dare una scossa alla tua Azienda, contattatami e sarò ben lieto di offrirti una consulenza GRATUITA, per valutare un’opportunità di lavoro insieme.